Sostenere gli investimenti e favorire l’accesso al credito delle imprese agroalimentari. E’ questo l’obiettivo di “Coltivare il futuro”, un protocollo di intesa siglato tra ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e Unicredit.
L’accordo prevede l’attivazione di un plafond di sei miliardi di euro, nel triennio 2016-2018, e un programma di interventi formativi e di soluzioni tecnologiche innovative a supporto delle imprese.
Altra novità, il lancio a maggio del nuovo Agribond, dedicato alle imprese della filiera agricola, che, basandosi sulla garanzia pubblica fornita da Ismea, e sfruttandone l’effetto moltiplicatore, consentirà l’attivazione di nuove erogazioni inizialmente per trecento milioni di euro, replicabili nel tempo.
Sul fronte della formazione, è stata annunciata la nascita dell’”Agri-business school”, per assicurare competenze di base, ovvero un percorso formativo per acquisire le principali conoscenze finanziarie, sessioni formative dedicate a tematiche di internazionalizzazione e sessioni formative su tematiche di particolare attualità come la filiera corta, la tracciabilità e l’agricoltura di precisione.

Fonte:Confimprenditori