Avviso Pubblico per il finanziamento a favore delle Imprese che intendano creare nuova occupazione stabile

L’Avviso ha come oggetto:
A. La concessione di un finanziamento sotto forma di mutuo chirografario a tasso zero per incentivare l’assunzione, mediante l’instaurazione di rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, di lavoratori svantaggiati, molto svantaggiati o disabili;

B. contributi non rimborsabili nella misura del 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di € 3.000,00 per singolo lavoratore assunto, finalizzati al:
I. miglioramento degli ambienti e dei luoghi di lavoro;
II. sistema organizzativo delle risorse umane e dotazioni per l’innovazione di processo;
III. sistema delle certificazioni di qualità e responsabilità sociale.

SOGGETTI BENEFICIARI
I soggetti ammissibili all’operazione “Fondo per l’Occupazione” sono i lavoratori autonomi e le imprese, che alla data di presentazione della domanda intendano incrementare la propria base occupazionale nell’ambito di proprie Unità produttive e/o sedi operative ubicate nel territorio della Regione Calabria.

Le assunzioni dovranno essere perfezionate successivamente alla presentazione della Domanda.
Alla data di presentazione della domanda, i candidati devono possedere i seguenti requisiti:
• avere già aperta una Unità produttiva e/o sede operativa in Calabria ed aver dichiarato l’inizio attività;
• non trovarsi in stato di scioglimento o liquidazione e non essere sottoposti a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa o amministrazione controllata;
• essere in regola con gli adempimenti contributivi, assicurativi e previdenziali previsti dalla legge;
• essere in regola con gli adempimenti di cui alla L. 68/1999 (assunzione disabili);
• essere in regola con le normative vigenti in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori;

Al fine di dimostrare la sussistenza dell’effetto di incentivazione i candidati dovranno dimostrare nella domanda che l’agevolazione richiesta comporterà un aumento netto (ULA) del numero di Lavoratori assunti, rientranti nelle categorie svantaggiate rispetto alla media dei dodici mesi precedenti la data di presentazione della domanda.
Nel caso di nuove imprese, non in possesso di bilancio o dichiarazione dei redditi già presentata ufficialmente agli organi competenti, l’aumento netto (in ULA) del numero di lavoratori assunti non potrà superare le 3 unità.

SOGGETTI DESTINATARI
I destinatari dell’operazione sono le persone fisiche residenti in Calabria da assumere a tempo indeterminato dai soggetti beneficiari, che rientrano in almeno una delle seguenti categorie:
• Lavoratore “svantaggiato”, ossia chiunque rientri in una delle seguenti categorie:
a) non avere un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi;
b) avere una età compresa tra i 15 e i 24 anni;
c) non possedere un diploma di scuola media superiore o professionale o aver completato la formazione a tempo pieno da non più di due anni e non avere ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito;
d) avere superato i 50 anni di età;
e) essere un adulto che vive solo con una o più persone a carico;

• Lavoratore “molto svantaggiato”, ossia il lavoratore:
 privo da almeno 24 mesi di impiego regolarmente retribuito;
 privo da almeno 12 mesi di impiego regolarmente retribuito che appartiene a una delle categorie di cui alle lettere da b) a e) della definizione di «lavoratore svantaggiato».
• III. Lavoratore “disabile”, ossia chiunque sia riconosciuto disabile ai sensi della L. 68/1999, caratterizzato da impedimenti accertati che dipendono da un handicap fisico, mentale o psichico.

CASI DI ESCLUSIONE
Sono esclusi dai benefici previsti per gli aiuti all’assunzione, i proponenti che, nei 12 mesi precedenti la data della domanda:
– abbiano effettuato riduzioni di personale;
– non applichino le condizioni del contratto collettivo nazionale di lavoro o, in sua assenza, degli accordi locali tra le rappresentanze sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori;
– instaurino rapporti di lavoro, nel trasferimento di azienda e di cessione di ramo d’azienda, con lavoratori assunti a tempo indeterminato presso la stessa azienda o ramo d’azienda;
– non abbiano ottemperato agli obblighi previsti dalle convenzioni, negli ultimi dieci anni, stipulate con la Regione Calabria per progetti cofinanziati dal FSE, con particolare riferimento alla consegna delle informazioni amministrativo-contabili relative alla certificazione della spesa, alla vigilanza e al controllo dell’intervento;
– abbiano subito, sia come persone giuridica, sia come amministratore, condanne definitive o passate in giudicato per inadempienze, illeciti o irregolarità connesse all’utilizzo di finanziamenti pubblici;
– abbiano subito, sia come persone giuridica, sia come amministratore, condanne definitive o passate in giudicato per inadempienze, illeciti o irregolarità relativamente a rapporti contrattuali con la Regione Calabria;
– siano destinatari di un ordine di recupero pendente a seguito di una precedente decisione della Commissione che dichiara un aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune, ivi compresi i casi previsti dal D.P.C.M. 23 maggio 2007;
– imprese che non dimostrino la capacità di restituzione del finanziamento secondo le procedure di cui all’Art. 7 del presente Avviso.

Non possono in alcun caso partecipare al presente Avviso le Imprese che, attraverso tali aiuti, intendano sostituire lavoratori sovvenzionati per cui si è smesso di ricevere sovvenzioni e che per questo motivo siano stati licenziati (principio di Deggendorf).
Sono fatti salvi i casi in cui si siano resi vacanti posti di lavoro in seguito a dimissioni volontarie, invalidità, pensionamento per raggiunti limiti d’età, riduzione volontaria dell’orario di lavoro o licenziamento per giusta causa e non in seguito a licenziamenti per riduzione del personale.

TIPOLOGIA DEL FINANZIAMENTO
L’operazione ha come oggetto la concessione di:
1. mutui chirografari a tasso zero per incentivare l’assunzione mediante instaurazione di rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di lavoratori svantaggiati, molto svantaggiati o disabili;

2. contributi in forma non rimborsabili pari al 50% di un investimento aggiuntivo, fino a € 3.000 per singolo nuovo assunto, per il miglioramento dell’ambiente di lavoro. Sono ammissibili spese per:
– miglioramento degli ambienti e dei luoghi di lavoro;
– sistema organizzativo delle risorse umane e dotazioni per l’innovazione di processo;
– sistema delle certificazioni di qualità e responsabilità sociale.

I finanziamenti hanno la forma tecnica di mutui chirografari e si caratterizzano per le seguenti caratteristiche:
Durata: 5 anni;
Tasso di interesse: nullo;
Rimborso: rate costanti posticipate, mensili.
Garanzie: Fideiussioni personali dei soci a garanzia del rimborso del finanziamento, del pagamento del capitale, dei relativi interessi, anche moratori, di eventuali penali e di quant’altro dovuto a seguito dell’eventuale risoluzione anticipata del contratto, delle spese anche se privilegiate e di eventuali imposte, nonché a garanzia di qualunque altra somma dovuta a qualsiasi titolo.
Importo: il finanziamento erogato si configura come aiuto ai sensi del Regolamento “de minimis”. Ai beneficiari è riconosciuto un aiuto fino ad un massimo di € 200.000 ad impresa per un ammontare pari al 100% dei costi salariali sostenuti per le assunzioni effettuate.
In alternativa, per i soli casi in cui non risulti applicabile il regime “de minimis”, il finanziamento sarà parametrato:
• al 50% dei costi ammissibili corrispondenti ai costi salariali durante un periodo massimo di 12 mesi successivi per l’assunzione di un lavoratore “svantaggiato”;
• al 50% dei costi ammissibili corrispondenti ai costi salariali durante un periodo massimo di 24 mesi per l’assunzione di un lavoratore “molto svantaggiato”;
• al 75% dei costi salariali per un periodo di tre anni nel caso di lavoratore disabile.
A prescindere dal regime di aiuti applicato il finanziamento complessivo non potrà comunque superare l’importo di € 750.000.

I costi salariali corrispondono all’importo totale effettivamente pagabile dal beneficiario dell’aiuto in relazione ai posti di lavoro interessati. Tali costi comprendono:
– la retribuzione lorda, prima delle imposte;
– i contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali;
– i contributi assistenziali per figli e familiari durante un periodo di tempo definito.

SELEZIONE DELLE DOMANDE DI ¬FINANZIAMENTO
L’assegnazione dei ¬finanziamenti sarà gestita attraverso una procedura a sportello, senza procedere alla formazione di graduatorie. La valutazione proseguirà ¬fino all’esaurimento dei fondi.